DIARIO di Salvatore Valenti del 28 Maggio 2022

Sono partito in nave ieri sera da Palermo e sono arrivato stamattina presto a Napoli.

Alle ore 08;30 sono sceso dalla nave e sono andato alla stazione centrale di Napoli dove ho incontrato il Coordinatore Internazionale del Ramo Preghiera dell'Armata di Cristo dell'Opera di San Michele Arcangelo in Petralia, Luigi Beltramelli che è arrivato in treno dalla Liguria dai Piani di Cipressa.

Insieme a Luigi sono andato in treno a Pozzuoli dove è venuta a prenderci alla stazione la responsabile del gruppo di preghiera di Pozzuoli, Giuseppina Tamburrino. In auto siamo andati nella parrocchia di Pozzuoli dove, insieme al gruppo di preghiera, abbiamo incontrato anche il parroco don Elio Santaniello che non ha potuto partecipare alla conferenza perché impegnato in parrocchia con un matrimonio.

Nel salone della parrocchia ci aspettava don Marcello Stanzione che ha scritto oltre 300 libri sugli angeli e che mi accompagnerà in Polonia domenica.

Sempre nel salone della parrocchia ho incontrato Padre Angelico Maria Moccia, sacerdote, esorcista ed eremita della diocesi.

Nel salone della parrocchia, insieme a Luigi, ho guidato la corona angelica mentre i sacerdoti confessavano in fondo al salone, dopo la corona angelica ha tenuto la conferenza don Marcello Stanzione, a seguire ho dato la mia testimonianza, poi è intervenuto Luigi, e anche Giuseppina che tutti chiamano Pina, dopo qualche domanda da parte della gente il sacerdote eremita ha concluso spiegando l'intervento oggi importante di San Michele Arcangelo che viene in aiuto alla Madonna e poi insieme a don Marcello ha dato la benedizione.

Ci siamo salutati con l'augurio di rivederci presto per confrontarci e arricchirci vicendevolmente.

Dopo un pranzo veloce la vice responsabile Assunta Postiglione, insieme a suo marito, ha accompagnato me e don Marcello a Campagna in provincia di Salerno, mentre Luigi è tornato a Napoli, dove prenderà l'aereo per Milano, per andare a incontrare il gruppo di preghiera di San Michele Arcangelo in Petralia a Rho in provincia di Milano.

Di pomeriggio, durante la messa celebrata da Don Marcello insieme a un altro sacerdote e alcuni diaconi , prima della benedizione sono salito sull'altare per dare la testimonianza, la Chiesa era piena e la gente ascoltava con interesse, ricevendo anche da una signora le immaginette di San Michele Arcangelo in Petralia.

Dopo la Santa Messa, ho salutato le persone presenti che sono state felici di accogliere l'invito a collaborare con San Michele Arcangelo a riportare i valori cristiani in occidente e impegnarsi a fare abolire tutte le leggi che offendono Dio.

Non c'era quasi nessuno quando davanti la Chiesa si è presentata una ragazza disturbata da un demone, il sacerdote ha pregato per questa ragazza, mentre io e un'altra persona ci siamo unite in preghiera.

Finita la preghiera, la ragazza ha ringraziato Gesù, l'abbiamo salutata e ci siamo ritirati nel salone della parrocchia, per la cena.

A cena insieme a me e don Marcello c'era anche Piero di cui non ricordo il cognome che viene da Gela in provincia di Caltanissetta e sta attraversando l'Italia promuovendo l'adorazione perpetua nelle parrocchie.

Dopo cena e dopo una piacevole chiacchierata, mi sono ritirato in camera per riposare, visto che domani sera dobbiamo arrivare a Cracovia in Polonia.

Pace e coraggio

Salvatore Valenti

4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Sono partito ieri mattina sabato 25 giugno, alle ore 08:00, in aereo da Palermo e sono arrivato all'aeroporto di Venezia alle ore 10:00, dove mi è venuto a prendere il responsabile del gruppo di pregh

Finito di lavorare, sono partito di pomeriggio, sono passato da Capo d'Orlando, per prendere la Vice Coordinatrice del Ramo Quadro, dell'Armata di Cristo, dell'Opera di San Michele Arcangelo in Petral

Sono partito ieri mattina insieme a don Marcello, Vincent e Agàta da Cracovia, dopo quattro ore di autostrada siamo arrivati a Breslavia dove abbiamo rilasciato l'intervista ad una TV nazionale. Alle