Diario di Salvo Valenti del 10 settembre 2020


Abbiamo viaggiato tutta la mattina e nel pomeriggio siamo arrivati in Liguria in provincia di Imperia dove alcune persone di Imperia e di Torino ci hanno accolte ;e ci hanno accompagnato a piedi per diversi km.

Lungo il percorso tante persone si inchinanavano davanti la croce, ci siamo anche fermati davanti la statua della Madonna e abbiamo affidato tutta l.' Opera di San Michele sotto la sua protezione, abbiamo proseguito fino a Piani di Cipressa nella parrocchia "Nostra Signora degli angeli" dove insieme al parroco don Livio, al capo gruppo Luigi, al vice Capogruppo, Marina che è anche nell' Ufficio Liturgico e insieme a tutto il gruppo di preghiera di San Michele in Petralia di Cipressa siamo entrati in chiesa, cantando e tutti insieme siamo andati in processione fino all 'altare. Dopo laf preghiera, durante la Santa Messa prima della benedizione ho dato la mia testimonianza e ho letto il messaggio di San Michele davanti a una chiesa piena di persone. Devo dire che San Michele in questi anni ha formato i gruppi di preghiera e adesso mi ha chiesto la penitenza e i gruppi di preghiera italiani tedeschi e francesi mi stanno accompagnando a tratti in tutta Europa per riportare i valori cristiani in occidente e nel mondo. Dopo la testimonianza abbiamo cenato insieme al vice Coordinatore Intternazionale del movimento di preghiera che dalla Toscana mi sta accompagnando in tutti i gruppi del nord Italia e verrà con me fino in Germania.


Salvatore Valenti

6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Sono partito ieri mattina sabato 25 giugno, alle ore 08:00, in aereo da Palermo e sono arrivato all'aeroporto di Venezia alle ore 10:00, dove mi è venuto a prendere il responsabile del gruppo di pregh

Finito di lavorare, sono partito di pomeriggio, sono passato da Capo d'Orlando, per prendere la Vice Coordinatrice del Ramo Quadro, dell'Armata di Cristo, dell'Opera di San Michele Arcangelo in Petral

Sono partito ieri mattina insieme a don Marcello, Vincent e Agàta da Cracovia, dopo quattro ore di autostrada siamo arrivati a Breslavia dove abbiamo rilasciato l'intervista ad una TV nazionale. Alle